Ponti e festività

DAL 29 OTTOBRE AL 1° NOVEMBRE
FRANTOI APERTI IN UMBRIA

2022 W ognissanti  frantoi aperti in umbria 29 ott 1 nov IN6

Quota di partecipazione: € 484
Supplemento camera singola: € 72

LA QUOTA COMPRENDE: bus GT a disposizione del gruppo per tutto l’itinerario, vitto e alloggio autista, accompagnatore, sistemazione in hotel 4**** a Terni, trattamento di pensione completa dal pranzo del primo al pranzo dell’ultimo giorno, bevande comprese (acqua e vino), visite guidate ai borghi di Lugnano in Teverina, Amelia, Spoleto, Campello sul Clitunno, Trevi, Torgiano, Todi, Narni, visita di un frantoio con degustazione di olio, Assicurazione medico, bagaglio e annullamento viaggio

LA QUOTA NON COMPRENDE:
ingressi a musei e monumenti da pagare sul posto, tasse di soggiorno e auricolari, circa € 35 per persona; extra personali, mance e quanto non indicato alla voce “la quota comprende”

 

PROGRAMMA DI VIAGGIO

1 Sabato 29 OTTOBRE Roma – Lugnano in Teverina – Amelia – Terni  

Incontro con il bus GT e l’accompagnatore nel luogo stabilito e partenza per Lugnano in Teverina, uno dei Borghi più Belli d’Italia, che si trova nella valle del Tevere da cui prende il nome e conserva un aspetto urbano tipicamente medievale, con le sue mura di cinta, gli antichi caseggiati, e le sue torri. Il borgo ha fatto dell’olio e dell’olivo uno dei suoi cavalli di battaglia, tanto che dal 2014 è sede di “Olea Mundi” la collezione mondiale di olivi dove sono presenti circa 1200 ulivi, che comprendono oltre 400 accessioni di olivo provenienti da ben 23 Paesi olivicoli del Mediterraneo, del Medio Oriente e delle nuove aree di coltivazione. Proseguimento per Amelia, da molti studiosi considerata la più antica città dell’Umbria. Pranzo in ristorante e visita del borgo. Al termine proseguimento per Terni e sistemazione presso l’hotel GARDEN 4****, cena e pernottamento.

 

2 Domenica 30 OTTOBRE Spoleto – Campello sul Clitunno – Trevi  

Prima colazione in hotel. Partenza per la visita di Spoleto, i cui monumenti più importanti risalgono all’età comunale e del rinascimento, anche se non mancano le testimonianze delle epoche più antiche. Il duomo di Spoleto è la principale attrazione turistica. All’interno sono conservate molte importanti opere d’arte, tra cui gli splendidi affreschi del XV secolo nell’abside, ultima opera del pittore fiorentino Filippo Lippi. Proseguimento per Campello sul Clitunno e visita del medievale borgo fortificato di Campello Alto, sorto intorno al primitivo castello (X-XI sec.), immerso nel mare di ulivi che coprono le colline circostanti. Pranzo in ristorante nel corso delle visite. Nel pomeriggio visita ad un antico frantoio e visita guidata di Trevi, la “Capitale dell’Olio d’Oliva extra-vergine”. Visita della Cattedrale di Sant’Emiliano e del Museo Civico nella ex-chiesa e convento di San Francesco con interessanti opere d’arte, tra cui una meravigliosa pala d’altare dello Spagna, e una sezione dedicata alla coltura dell’ulivo. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

 

3 Lunedì 31 OTTOBRE Torgiano – Todi

Prima colazione in hotel. Partenza per Torgiano, borgo di origine antichissima la cui funzione era di difendere uno dei più importanti punti sul fiume Tevere. Visita del Museo del Vino e dell’Olio e pranzo-degustazione in ristorante. Nel pomeriggio visita di Todi: l’austero e nobile aspetto della città risale all’epoca medievale. Le attrazioni più significative sono il Tempio della Consolazione, capolavoro dell’architettura del rinascimento, la grande chiesa gotica di San Fortunato, il cui campanile a punta domina dall’alto la città, e la piazza che occupa lo spazio dell’antico foro romano. Sulla piazza si affacciano i palazzi pubblici del Comune medievale e la cattedrale romanica. In questa città nacque uno dei primi poeti in lingua italiana: Jacopone da Todi, di cui è possibile vedere il sepolcro nella chiesa di San Fortunato. Rientro in hotel, cena e pernottamento.

 

4 Martedì 1° NOVEMBRE Narni – Roma

Prima colazione in hotel. Partenza per la visita di Narni: la sua posizione strategica, sulla via Flaminia, le ha garantito un ruolo di primaria importanza nel periodo più antico, umbro e romano, e poi nel Medioevo, che si riflette nella bellezza e nella concezione monumentale che anima i suoi edifici religiosi e civili. In alto sul colle, la città è dominata da una rocca del XIV secolo. Visita del borgo e della Narni Sotterranea. Pranzo in ristorante e partenza per il rientro.

 

La riconferma del tour è subordinata al raggiungimento di nr 30 partecipanti.
Si segnala che alcune visite non sono adatte a persone con disabilità o difficoltà motorie.
Per motivi tecnici l’ordine delle visite potrebbe essere modificato.

NON TROVI QUELLO CHE STAI CERCANDO? CONTATTACI